Uomini e donne trovano all’interno dell’associazione la speranza di rifarsi una vita e di un futuro migliore. Non è facile per loro ricominciare, ma con l’accompagnamento degli operatori abbandonano il passato che è stato pieno di insidie, ed iniziano un sentiero nuovo, riassaporando il gusto della libertà.

Se si ascoltano le storie di queste persone, si comprende che sono arrivate a compiere azioni devianti a causa della loro emarginazione. Si sono trovati ad affrontare problemi più grandi di loro, a commettere atti illegali, senza rendersi conto che stavano andando incontro alla privazione della libertà, della dignità.

Il servizio civile è un’esperienza per i giovani di crescita e di arricchimento. Ho iniziato a Gennaio quest’avventura, oggi posso dire di essere soddisfatta della scelta che ho fatto.

Il progetto di servizio civile cimenta i ragazzi in varie attività dell’associazione. Offre la possibilità di vivere la comunità di Casa Famiglia nella quale sono inserite donne in misure alternative, detenzione domiciliare e affidamento al servizio sociale. Durante la vita comunitaria si vive la quotidianità con le ragazze, si pranza a volte con loro, si ascoltano i loro problemi cercando di accompagnarle su un piano di realtà al fine di renderle più autonome possibili. E’ gratificante sapere di avere un ruolo ben preciso ed essere un punto di riferimento per loro.

La mia presenza in Casa Famiglia è alternata da un’attività di segreteria negli uffici dell’associazione e nella partecipazione a riunioni di coordinamento donne e di attività di formazione. Inoltre, sono inserita nel Centro Colloqui, nel quale avviene l’attività dell’ascolto, delle donne di Casa Famiglia, ma anche di donne esterne che richiedono un’aiuto, vengono in associazione per cercare una parola di conforto, un lavoro.

Infatti un’altra attività della Veneranda Compagnia di Misericordia, riguarda la presenza di un laboratorio e di una palestra lavoro femminile. Il laboratorio, svolge attività di sartoria ed accoglie ex detenute o famigliari di detenuti. Nella palestra lavoro di Casa Famiglia, vi partecipano le ospiti e le detenute esterne. Queste attività sono finalizzate a far imparare un mestiere alle ragazze, occupandogli tre ore al pomeriggio dal lunedì al venerdì, escluso il martedì dove si svolge attività di volontariato. Un’altra attività importante riguarda la lavanderia, che offre lavoro a ex detenute, famigliari di detenuti e ragazze di Casa Famiglia.

L’associazione per gli uomini offre un laboratorio di recupero, che prenderà avvio ad Ottobre e Casa Mandela un appartamento che li accoglie in permesso premio.

Esserci mi ha permesso di conoscere meglio una realtà che agli occhi degli altri è incomprensibile, ma se la si conosce arricchisce molto. Vedere ridere, gioire, donne, uomini che hanno avuto una vita difficile ti fa rendere conto di come alle volte ci creiamo dei problemi inutili.

Molte persone che sono state seguite dall’associazione hanno ritrovato la speranza per ricominciare. Penso che la vita non sia facile,tutti sbagliamo. Ma se ci viene data una seconda possibilità, credo che valga la pena coglierla. La vita è una sola e va vissuta al meglio.

 

                                                                                                                            Olga