LOGO-misericordia_j4309pdi

VENERANDA COMPAGNIA DI MISERICORDIA
Relazione del Governatore sull’attività svolta nell’anno 2014

 

Purtroppo da tempo le suore si sono trasferite.

Essendo la vecchia autorizzazione ricaduta interessai del problema il nostro Mons. Doldi che, grazie a Dio, ha ottenuto dal Cardinale A. Bagnasco la nostra autorizzazione senza tale vincolo.

Nel ringraziare il nostro Mons. Doldi ritengo che questa autorizzazione, veramente eccezionale, sia dovuta principalmente a due cose:

1.alla cortese protezione della Madonna della Guardia

2.alla fiducia e all’amore che il nostro cardinale Angelo Bagnasco ha per la nostra associazione.

Da parte nostra per ringraziarla di tale dono propongo che tutti noi ci riuniamo ogni volta che possiamo nella nostra sede a recarci in cappella e recitare 3 Ave alla Madonna della Guardia , una per il Papa , una per il nostro Cardinale ed una per i nostri confratelli e le persone assistite.

INCONTRI CONDETENUTI

Durante l’anno 2014 la nostra associazione tramite i propri volontari ha incontrato circa 6240 detenuti presso il carcere di Marassi e circa 300 presso il carcere di Pontedecimo. Presso il carcere di Pontedecimo si sta svolgendo l’affiancamento didattico portato avanti, in contatto con le insegnanti, da 4 volontari per 10 detenuti. Tali dati confermano gli ottimi risultati degli anni passati.

CENTRO COLLOQUI

Nel corso del 2014 il Centro Colloqui ha effettuato 61 colloqui (26 donne e 35 uomini) con nuovi utenti, la maggior parte sono stati colloqui di sostegno agli utenti in carico: ospiti Casa Famiglia e/o impegnati nelle 3 palestre lavoro dell’associazione. L’attività del Centro Colloqui non si esaurisce nella pratica del colloquio come ascolto, ma comporta il complicato lavoro di collegamento e collaborazione, oltre che con gli operatori all’interno dell’associazione,con enti pubblici, assistenti sociali e tutti i servizi legati al mondo penitenziario. L’obbiettivo finale è quello di agire sul piano morale ed educativo in modo da favorire il reinserimento nella società odierna. Si sono inoltre rafforzati i rapporti epistolari con detenuti di tutta Italia.

PALESTRA LAVORO PROGETTO ALA

Dal 2 Gennaio al 31 Dicembre 2014 la Palestra lavoro, annessa alla Casa Famiglia, è stata frequentata da 5 allieve. Tutte beneficiarie della detenzione domiciliare in misura alternativa al carcere: 2 ospiti e 3 esterne. Una sola allieva ha avuto continua presenza. Infatti nel corso dell’anno si sono verificati cambiamenti di attività interna alla nostra sede o per termine della detenzione domiciliare. Nel complesso l’attività è proseguita regolarmente facendo acquisire alle allieve buone capacità lavorative utili per l’inserimento in altre attività. La Palestra Lavoro è stata operante per giorni 171 con un complessivo orario di 2.047

LABORATORIO SCUOLA FEMMINILE

Dal 2 Gennaio al 31 Dicembre 2014 il Laboratorio Scuola è stato frequentato da 8 allieve. Alcune sono exdetenute, altre hanno familiari in carcere o in detenzione domiciliare. Tutte sono in attesa di nuova occupazione. Le allieve, seguite da volontarie della Veneranda Compagnia di Misericordia, vengono impegnate in attività di cucito a mano, a macchina per la lavorazione di biancheria, arredo da casa e confezioni per neonati. Tutte hanno lavorato con impegno dimostrando capacità di apprendimento specifico. Annessa al Laboratorio Scuola viene svolta l’attività piccola lavanderia e stireria. In totale i giorni lavorativi sono stati 174 per un complessivo orario di ore 4.068

CASA MANDELA

Le nuove richieste di accoglienza nella casa sono state 68; le richieste sono pervenute quasi esclusivamente dal carcere di Marassi tranne sei da Pontedecimo, un paio da La Spezia, una da Savona, una da Sanremo, due da Chiavari e due da Porto Azzurro.

A stimolare le richieste di ospitalità sono stati per lo più motivi di ordine famigliare, quindi lavorativo e infine burocratico (esigenza di contatti con le istituzioni).

Per quanto riguarda le accoglienze effettive in Casa Mandela nel periodo considerato sono state 59 di cui 54 per permesso premio e 15 di accoglienza delle sole famiglie dei detenuti venute presso Casa Mandela per poter effettuare colloqui presso il carcere di Marassi.

Le giornate di utilizzazione della casa sono state complessivamente 235; anche se l’accoglienza è stata più frequentemente usufruita da singoli le giornate utilizzate da detenuti insieme ai loro familiari sono state 91.

Per quanto riguarda la provenienza dagli Istituti di detenzione la maggioranza degli ospitati proviene da Marassi; si tratta di un dato comprensibile in quanto questo carcere è il più importante nella regione e il più vicino alla Veneranda Compagnia di Misericordia.

Per quanto riguarda la nazionalità degli ospiti abbiamo accolto 33 italiani e 26 stranieri; l’età media dei detenuti in permesso premio è di 50 anni.

                                                   

CASA FAMIGLIA: CASA DI ACCOGLIENZA PER DONNE IN MISURA ALTERNATIVA AL CARCERE

La casa famiglia rientra nel progetto ALA (Accoglienza-Lavoro-Accompagnamento) e ha come scopo l’accoglienza di detenute in misura alternativa.

Opera 24 ore su 24 grazie alla presenza di religiose coadiuvate da assistenti qualificate e volontarie. Quest’anno per un numero complessivo di 1185 giorni totali di permanenza si sono succedute 8 ospiti, tutte straniere.

Quale attività educativa di recupero nel giorno di martedi dalle ore 15 alle ore 18 si svolge attività di volontariato a cui partecipano le ragazze ospiti in casa famiglia ed esterne qualora previsto dal programma di trattamento.

LAVANDERIA

Ha occupato per tempi diversi 7 donne e 1 uomo per 5 giorni alla settimana  con  un orario di 8 ore giornaliere.

L’attività della lavanderia sono proseguite e hanno al contrario visto un costante incremento dell’attività.