Regione. Nel corso della riunione del consiglio regionale di ieri è stato discusso l’ordine del giorno presentato da Gianni Pastorino (Rete a Sinistra/Liberamente Liguria) per destinare adeguate risorse all’istituzione del garante dei detenuti e delle persone sottoposte a misure restrittive, una “importante figura di garanzia, tutt’ora assente in Liguria (unica regione in Italia)”.

 

E’ stato fatto un ulteriore passo avanti con l’impegno del consiglio regionale della Liguria a riservare le risorse per il funzionamento della funzione. Speriamo ora in un veloce passaggio in aula sanando la situazione in cui la Liguria è in pratica l’unica regione non provvista di garante.

 

Rete a Sinistra/Liberamente Liguria